Domenica 26 Febbraio 2017 15:37

Sistema Musei
di Valle Camonica
Sistema Bibliotecario
di Valle Camonica
Archivi
di Valle Camonica
Maraéa
Memory Talk
Infanzia della tecnica
aperto_20--Casa degli ArtistiArte un ponte tra culture
Il territorio diventa brandA ciascuno il suo passoConvegno 2012
La Valle dei Segni
Patrimonico culturale e naturalisticoPercorsi Turistici
Carlo Magno nel cuore delle alpi
Scuola dell'andare
Uffici TuristiciInfoscuola - Viaggi d'IstruzioneGuide multilingueSculture d'Artificio
Officina ProgettoEXPO2015Incubatore d'ImpresaOsservatorio cultura e turismoSegno Artigiano Ed. 2012Segno Artigiano Ed. 2013
Associazioni culturaliComunità degli artistiDel bene del belloLungo i crinali (POR)Palazzo della CulturaIN MEMORIA DEL CONFLITTO
Carlo Emilio Gadda
IN MEMORIA DEL CONFLITTO
Lettere dal fronte
AREA STAMPA
Comunicati stampa
IMPRONTE DIGITALIMULTIMEDIA LANDTAM TAM onlineTAM TAM, si gira...PHOTOGALLERYVIDEOGALLERY

Percorsi turistici

Carlo Magno nel cuore delle Alpi

La Leggenda di Carlo Magno nel cuore delle alpi” è il progetto n. 16 del Piano degli Interventi del Distretto Culturale ed è contraddistinto da un percorso turistico-culturale che, ripercorrendo l’itinerario della leggendaria spedizione di Carlo Magno in Valle Camonica, accompagna i visitatori nella storia, nelle tradizioni e nell’arte del territorio.

Secondo la leggendaria ricostruzione, Carlo Magno, accompagnato da un valoroso esercito, da sette Vescovi e dall’Arcivescovo Turpino (o dal Papa), avrebbe sconfitto i signori locali convertendoli con la forza alla fede cattolica.

Per celebrare e segnalare le tappe dell’itinerario, che si configura come crociata di cristianizzazione, Carlo Magno avrebbe fatto costruire lungo il percorso una serie di chiese, a ciascuna delle quali sarebbero state concesse indulgenze: Santo Stefano a Cividate Camuno, la Santissima Trinità a Esine, San Lorenzo a Berzo Inferiore, San Pietro Such a Bienno, San Giovanni (sulla localizzazione della quale permangono dubbi e diverse interpretazioni), San Siro a Cemmo, San Salvatore a Capo di Ponte, San Clemente a Edolo, San Brizio a Monno, Santi Michele e Giorgio a Davena, Sant’Alessandro a Temù e, infine, la santissima Trinità a Ponte di Legno.

I luoghi del progetto

La leggenda cita i castelli dei signori longobardi locali, strutture realmente esistite e spesso ancora presenti: i castelli di Esine, di Berzo Inferiore, di Breno. Alla leggenda sono inoltre collegati architetture, dipinti, leggende, tradizioni.
Quasi tutti i paesi di Valle Camonica, da Pian Camuno al Tonale risultano legati ad essa, sia direttamente che indirettamente.

Il ruolo del Distretto

Il Distretto Culturale ha il ruolo di promuovere, sostenere e coordinare l’iniziativa. Gli approfondimenti interdisciplinari hanno conferito dignità scientifica all’operazione permettendo la costruzione di iniziative di promozione, lancio e valorizzazione del patrimonio storico artistico.
Sono stati così individuati alcuni itinerari tematici in luoghi suggestivi e densi di valore che possono essere fruiti da turisti e visitatori.

VISITA IL SITO WEB La Leggenda di Carlo Magno nel cuore delle Alpi

Segui l'itinerario per tappe sul Portale Turismo Valle Camonica.

La scuola dell'andare

La Scuola dell'andare è un progetto promosso dal Distretto Culturale di Valle Camonica, con la compartecipazione della Fondazione Cariplo e dell'Assessorato all'Agricoltura della Provincia di Brescia.
L'obiettivo del progetto è la realizzazione di itinerari turistici che propongono una fruizione inedita del territorio.

Incentrata sull'esperienza del camminare attivando lungo il percorso tutti i propri sensi, la Scuola dell'andare porta il visitatore alla scoperta dei luoghi tramite la percezione: sentire il territorio e viverlo attraverso il camminare immergendosi in esso, ma soprattutto attraverso l'incontro con le persone, le cose, le memorie e i ricordi che lo abitano.

Per la realizzazione del progetto sono stati individuati in particolare tre tracciati, percorribili ciascuno in tre giornate, che riguardano l'area di Capo di Ponte, la zona Ossimo-Annunciata e la zona Breno-Val Grigna, alla scoperta del il Romanico in Valle Camonica.

Il gruppo di lavoro, composto soprattutto da giovani, si è occupato della progettazione degli itinerari e della realizzazione del materiale e degli strumenti per la divulgazione del progetto: una guida e un logo ufficiale.

Segnala a delicious Segnala a facebook Segnala a Google Segnala a twitter