Lunedì 01 Maggio 2017 00:30

Sistema Musei
di Valle Camonica
Sistema Bibliotecario
di Valle Camonica
Archivi
di Valle Camonica
Maraéa
Memory Talk
Infanzia della tecnica
aperto_20--Casa degli ArtistiArte un ponte tra culture
Il territorio diventa brandA ciascuno il suo passoConvegno 2012
La Valle dei Segni
Patrimonico culturale e naturalisticoPercorsi Turistici
Carlo Magno nel cuore delle alpi
Scuola dell'andare
Uffici TuristiciInfoscuola - Viaggi d'IstruzioneGuide multilingueSculture d'Artificio
Officina ProgettoEXPO2015Incubatore d'ImpresaOsservatorio cultura e turismoSegno Artigiano Ed. 2012Segno Artigiano Ed. 2013
Associazioni culturaliComunità degli artistiDel bene del belloLungo i crinali (POR)Palazzo della CulturaIN MEMORIA DEL CONFLITTO
Carlo Emilio Gadda
IN MEMORIA DEL CONFLITTO
Lettere dal fronte
AREA STAMPA
Comunicati stampa
IMPRONTE DIGITALIMULTIMEDIA LANDTAM TAM onlineTAM TAM, si gira...PHOTOGALLERYVIDEOGALLERY

News

La Valle Camonica, ubicata nelle Alpi centro – orientali lombarde, in provincia di Brescia, eÌ€ nota per l’estesa presenza di incisioni rupestri che ne determinoÌ€, nel 1979, primo sito italiano, il riconoscimento come Patrimonio Mondiale UNESCO.
Questo straordinario complesso di archeologia rupestre, dopo oltre un secolo di ricerche e studi, si distingue in ambito internazionale per un insieme di elementi: la varietaÌ€ e la qualitaÌ€ iconografica; la durata nella preistoria e protostoria, tra la fine del Paleolitico Superiore (tra 13.000 e 10.000 anni da oggi) e l’etaÌ€ del Ferro (I millennio a.C.), con riprese in etaÌ€ romana, medievale, fino all’etaÌ€ storica moderna; la vastissima estensione lungo i due versanti della Valle, tra 300 e oltre 2000 m s.l.m., in ambienti naturali di particolare bellezza, con piuÌ€ di 180 siti distribuiti in oltre 30 dei 41 Comuni della Valle.

Ad oggi, gli interventi di valorizzazione si sono concretizzati nella creazione di 8 parchi archeologici, a partire dal 1955, quando fu fondato, primo Parco archeologico italiano, il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri a Capo di Ponte, in localitaÌ€ Naquane. Il polo espositivo per la preistoria e protostoria si completa con il Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica, anch’esso ubicato a Capo di Ponte.

Informazioni approfondite sul sito Unesco n. 94 si possono reperire consultando le pagine internet di www.vallecamonicaunesco.it

L’accessibilitaÌ€ dei parchi d’arte rupestre della Valle Camonica per le persone con disabilitaÌ€

I parchi d’arte rupestre della Valle Camonica sono inseriti in contesti paesaggistici di grande fascino, tra montagne sacre, pietre levigate e boschi secolari. Ma questo ambiente presenta una serie di evidenti problematiche di accessibilitaÌ€ alle persone con disabilitaÌ€ motoria.

I progetti di valorizzazione dei siti di arte rupestre hanno permesso la realizzazione di molteplici infrastrutture per la visita e l’accesso alle rocce incise (si tratta di percorsi attrezzati, passerelle, pedane) che a volte risultano difficilmente raggiungibili dalle persone con ridotta o impedita capacitaÌ€ motoria, e non permettono la fruizione di questo importante patrimonio di valenza internazionale. Per questo eÌ€ stato promosso sul territorio uno specifico contenitore di iniziative denominato “A ciascuno il suo passo” che ha giaÌ€ realizzato, in comune di Capo di Ponte, un percorso attrezzato all’insegna della fruizione universale, e che ha dato corso a varie iniziative di sensibilizzazione per sviluppare sul territorio una progettazione attenta alle esigenze delle varie forme di disabilitaÌ€. Molto spesso infatti non si tratta di predisporre interventi specifichi, ma di migliorare con piccole opere accessorie la fruizione di infrastrutture giaÌ€ esistenti.
In questo contesto viene emanato il presente Avviso, che mira a selezionare 5 giovani progettisti intenzionati a condividere con gli operatori della disabilitaÌ€ della Valle Camonica (Cooperative, Fondazioni...) un percorso di analisi delle infrastrutture esistenti, di individuazione delle criticitaÌ€ nell’accessibilitaÌ€ fisica e motoria ai siti, e di progettazione partecipata di microinterventi di miglioramento.

Il presente Avviso mira a selezionare n. 5 giovani professionisti disponibili a sviluppare un percorso di progettazione partecipata con altrettante strutture della cooperazione sociale della Valle Camonica (associazioni, cooperative o fondazioni), attive nell’assistenza alle persone con disabilitaÌ€. Il progettista e gli operatori della cooperazione costituiranno un Gruppo di Lavoro. La progettazione verraÌ€ sviluppata in 5 distinti parchi archeologici, affidati ciascuno a un Gruppo di Lavoro a cui fa capo un progettista selezionato.
L’assegnazione del Parco archeologico al singolo Gruppo di Lavoro avverraÌ€ a cura dei Soggetti promotori in collaborazione con gli operatori della disabilitaÌ€, e dovraÌ€ essere accettata senza condizioni o riserve dal progettista. I parchi selezionati e assegnati ai Gruppi di Lavoro sono: Parco Nazionale dei Massi di Cemmo; Parco Nazionale delle incisioni rupestri di Naquane, Parco Comunale di Seradina Bedolina in Comune di Capo di Ponte, Riserva Regionale delle incisioni rupestri di Ceto-Cimbergo-Paspardo; Parco Comunale di Luine di Darfo B.T.

Requisiti per la partecipazione e criteri di valutazione
Possono partecipare alla selezione: professionisti, di età inferiore ai 40 anni, che esercitano regolarmente la professione di architetto, ingegnere, paesaggista anche nella modalità associata, e iscritti ai relativi albi professionali.

La domanda di partecipazione va consegnata entro le ore 12.00 del 21 novembre 2016

Segnala a delicious Segnala a facebook Segnala a Google Segnala a twitter