Prof. Pietro Gibellini

Pietro Gibellini (1945), bresciano,è ordinario di letteratura italiana all'Università di Venezia.
Laureatosi a Pavia con Dante Isella, Maria Corti e Cesare Segre, ha insegnato negli atenei di Ginevra, L'aquila e Trieste.
Dirige il Dottorato in Italianistica e Filologia classico-medievale a Ca' Foscari. Presiede l'Edizione Nazionale delle Opere di D'Annunzio. Dirige le riviste «Letteratura e dialetti» ed «Ermeneutica letteraria». Collabora da anni al «Giornale di Brescia» e ad «Avvenire». Ha curato l'edizione critica di Alcyone e commentato molti classici italiani per importanti editori (Mondadori, Garzanti, Adelphi, Einaudi, Rizzoli). I suoi numerosi studi vertono soprattutto sull'Otto e sul Novecento; la linea lombarda da Parini a Porta, da Manzoni a Gadda, Belli e la poesia dialettale, D'Annunzio, Pirandello ecc.). Ha dedicato un volume al vino nella letteratura italiana (Il calamaio di Dioniso, Garzanti) e diretto due grandi opere collettive per l'ed. Morcelliana: Il mito nella letteratura italiana e La Bibbia nella letteratura italiana. Di Gadda siè occupato precocemente scrivendo vari saggi, da quello su Romanesco e ottica narrativa nel «Pasticciaccio» («Paragone» 1975) al capitolo sulla letteratura nel Novecento della Storia di Milano della Treccani (1997), agli studi sul suo rapporto con Parini, Foscolo, Manzoni, Belli, D'Annunzio.