opere e spazi espositivi

 

aperto©_2013 art on the border


Stefano Boccalini, PubblicaPrivata
Il lavoro sarà installato in località Fabrezza nel comune di Saviore, presso un torrente di alta montagna. L'idea nasce dall'osservazione, da parte dell'artista, del territorio Camuno: delle montagne e del fiume Oglio che percorre la valle da Ponte di Legno fino al lago d'Iseo, con le sue centrali idroelettriche e i suoi sbarramenti. Ma nasce anche dall'ascolto dei suoi abitanti, dall'ascolto delle associazioni che sono nate e si sono consorziate per tutelare un bene che dovrebbe essere comune. Una riflessione che si inserisce in un dibattito che non è solo Camuno, ma ha un ben piĆ¹ ampio respiro: acqua pubblica o privata? Attraverso questo lavoro Boccalini esprime il suo pensiero su questa questione, che sarà svelato dall'opera stessa col passare del tempo.

 

 

 

Ettore Favini, Private view
Il progetto'uno sguardo in privato' vuole mettere in relazione le persone con il paesaggio. Favini ha risalito a piedi il fiume Oglio da Pisogne a Ponte di Legno per trovare dei punti da cui osservare il paesaggio fluviale, trovando i luoghi preferiti di un immaginario che vuole condividere con gli abitanti. Questi luoghi formeranno una mappa che si completerà nel tempo con altri luoghi scelti da chi deciderà a sua volta di risalire il fiume, anche per piccoli tratti. Ha progettato inoltre quattro modelli di sgabelli portatili, ispirati dalle sedute usate dai lavoratori della Valle, realizzati insieme agli artigiani del consorzio "Segno Artigiano". Questi dispositivi di visione saranno disponibili per chi vorrà mettersi in gioco per individuare porzioni di paesaggio che andrebbe meglio valorizzato e difeso. Si andrà così a comporre nel tempo una mappa che restituirà uno sguardo collettivo sulla Valle Camonica.

 

Simona Di Meo, Some kinds of archive
Il progetto 'alcuni tipi di archivio', indaga il ghiacciaio come una possibile forma di archivio e lo interpreta come massima espressione della densità e conservazione dell'elemento acqua. L'intervento prevede nel coso dei prossimi mesi, l'installazione in profondità di una capsula di acciaio nel ghiacciaio dell'Adamello, la quale diviene a sua volta contenitore di un'altro oggetto, la cui natura non viene rivelata ma che esprime la sintesi di alcuni aspetti sociali e relazionali maturati durante una prima fase di attraversamento del territorio. La scelta di rimandare ad un tempo non determinato l'eventuale rivelazione di tale oggetto, vuole evocare metaforicamente l'aspetto di imprevedibilità legato alle sorti del ghiacciaio e al tempo stesso restituire, attraverso la sottottrazione del visibile, un senso di spaesamento legato alla percezione del paesaggio.

 

Loredana Di Lillo, Quaderni / Out of you
Attraverso un processo di scoperta del territorio seguendo il fiume Oglio, Di Lillo decide di raccogliere sovrapposizioni e segni di memoria legati alla storia del luogo. Sceglie la memoria immanente nel sublime paesaggio della valle come punto di partenza concettuale, una memoria che come l'acqua deve sempre fluire e non fermarsi mai. Il lavoro, "Quaderni", è riferito a Carlo Emilio Gadda, presente in Valcamonica, dove nel 1915 iniziò il "Giornale di guerra e prigionia". L'opera è composta da una edizione di quaderni d'artista come omaggio allo scrittore. Le copertine raccolgono elementi del ricordo, parole inventate e frasi estrapolate dal "Giornale". "Out of you" (fuori di te) è un'edizione di cartoline stampate con una immagine che rappresenta un paesaggio simbolico di montagna fotografato dall'artista. Una vista pura che ricorda lo spirito romantico di Caspar David Friedrich.

 

top