aperto_20--

 

aperto_20-- è una manifestazione di arte contemporanea che si svolge in Valle Camonica. Promossa dal Distretto Culturale, è un progetto pluriennale che attiva esperienze artistiche capaci di radicarsi nell'ambiente, stabilendo un colloquio dialettico con il luogo e la storia, con l'uomo e il suo statuto poetico.
É un territorio di confine che si dispone alle idee, all'interscambio e al confronto, un cantiere aperto ai linguaggi di un'arte portatrice di contenuti etici e simbolici collettivi, ricercando l'ethos come il dimorare nella natura.
Ogni anno vengono individuati un tema e un artista di riferimento, attorno ai quali sono attivati laboratori e percorsi di ricerca rivolti ai giovani.
Ospitati in loco, gli artisti agiscono sul territorio e interagiscono con esso e con le comunità; creando opere d'arte site specific sono chiamati a stimolare riflessioni su cultura e identità rilanciando un'azione di cura nei confronti di luoghi, simboli e valori che la Valle Camonica custodisce.

Laboratorio/residenza è la modalità utilizzata: i due artisti guida oltre a realizzare un'opera, condurranno il workshop con due giovani (artisti entro i 35 anni) selezionati tramite bando.
Una prima residenza comune di conoscenza e studio consentirà di creare una comunità di lavoro tra gli artisti e uno staff di giovani della Valle e un primo colloquio con le comunità attive sul territorio. Si prevede un'interazione con le località termali, con gli operatori del settore, con le raccolte museali e i loro interpreti, con gli operatori scientifici, fluviali e culturali, con le comunità dei residenti che custodiscono memorie e saperi.
Una seconda residenza consentirà di realizzare le opere e le attività artistiche.
Gli artisti potranno operare e risiedere in strutture dislocate nei singoli paesi, con materiali di lavoro predisposti dai Comuni, dal Parco dell'Adamello e dagli altri operatori coinvolti. Le attività saranno seguite e assistite da giovani imprese operanti nel settore culturale e da uno staff multimedia, che documenterà le attività. L'attuazione del progetto attuale prevede l'individuazione di due artisti di riferimento, quest'anno Stefano Boccalini e Ettore Favini, due giovani artisti e un gruppo di lavoro e di ricerca interdisciplinare per lavorare in una prospettiva di relazione, tra l'ambito delle specificità locali e i caratteri comuni ai luoghi.
Gli artisti guida forniranno l'indirizzo agli artisti giovani, selezionati mediante bando con la collaborazione del Parco dell'Arte Vivente di Torino, di Careof di Milano e della Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia.
Le attività saranno svolte in collaborazione con il Parco dell'Adamello, e in sintonia con la seconda edizione della Fiera della Sostenibilità nella natura alpina, che avrà l'acqua come tema.

top