Alberto Scodro




Villa Dalegno
Le azioni messe in moto in Villa Dalegno derivano da uno scrupoloso lavoro di conoscenza, di ascolto, dalla scelta dei materiali e degli oggetti al fine di operare un ribaltamento di prospettive. Gli oggetti rinvenuti per caso dall'artista e ancor più le pietre appartengono a questi luoghi in maniera totale: erano lì prima e saranno lì al di là della nostra visita, oltre il viaggio dell'artista. Da scarti comuni o rocce insignificanti si trasformano in Idee e permettono al pubblico, prigioniero di una contemporanea caverna platonica, di stupirsi, di uscire.