"aperto©_2011": artisti in tour

TRE GIORNI SUL TERRITORIO – Si avvicina il momento di aperto2011, la manifestazione d’arte contemporanea che pone in dialogo il territorio e la storia della Valle Camonica con i linguaggi dell’arte e della creatività. Dopo la selezione dei 7 giovani artisti che lavoreranno a fianco dei tutors Andrea Caretto e Raffaella Spagna, nei giorni 17, 18 e 19 giugno ha avuto luogo un piccolo tour degli artisti sul territorio, in modo da dare inizio a un processo di conoscimento e di personale rielaborazioni dei temi, delle tradizioni e degli spazi del territorio vallivo, con un occhio particolare rivolto ai sette comuni interessati dal progetto di aperto.

SETTE ARTISTI, SETTE COMUNI – Guidati da Giorgio Azzoni, direttore artistico di aperto, gli artisti si sono presentati per la prima volta venerdì, in occasione della conferenza stampa della manifestazione artistica. Dopo una breve riunione, si sono sistemati nei loro alloggi nella struttura di Temù, mentre dopo cena hanno potuto visitare in notturna la Val Grande, con il Parco dell’Adamello. La giornata di sabato è stata densa di impegni: la visita al museo di Vione con il Signor Tognali, la visita a Vezza D’Oglio (il centro, la biblioteca, la torre restaurata) e la visita a Ponte di Legno con le sue botteghe artigiane depositarie del sapere artigiano della vallata. Domenica, infine, è stato possibile visitare i comuni di Edolo, Monno e Incudine, oltre ad altri luoghi densi di storia locale quali Pezzo di Ponte di Legno e S. Apollonia. Gli artisti, accompagnati da esperti di storia comunitaria, hanno potuto osservare gli spazi e i segni della tradizione locale, assimilandone i codici, decodificandone i linguaggi, immaginando forme e azioni da mettere in campo nel mese di luglio, quando saranno chiamati a sperimentare sul territorio dei sette comuni selezionati per le installazioni. La relazione uomo/natura sarà al centro del loro lavoro di ricerca, utilizzando l’arte sia come ricerca espressiva che come ricerca culturale capace di tradurre i significati e i valori del territorio indagato artisticamente.

LUGLIOLa residenza operativa inizierà il 15 luglio e durerà fino al 30, quando, alla fine del lavoro di creazione degli artisti a contatto con il territorio, avverrà l’inaugurazione del percorso fra i comuni. Manca poco, ormai, ad aperto_2011, che ci parlerà, come ci ha abituati, del fare arte sul confine e, condizione necessaria per la vita di questa comunità, del fare arte di confine.

(Stefano Malosso)

Ultimo aggiornamento 21.06.2011
top