aperto_20 newsletter #4 Distretto Culturale di Valle Camonica

aperto_20–– è la manifestazione d’arte contemporanea promossa dal Distretto Culturale di Valle Camonica (un progetto di: Comunità Montana di Valle Camonica, Consorzio Comuni BIM di Valle Camonica, Fondazione Cariplo).
Ogni anno vengono individuati un tema (arte dal confine), un materiale di riferimento (quest’anno il legno, dopo il ferro dell’edizione 2010) e un artista di riferimento, attorno ai quali sono attivati laboratori e percorsi di ricerca rivolti ai giovani. Tutto su www.vallecamonicacultura.it/aperto2011

_____presentazioni
Dopo aver conosciuto il comitato scientifico di aperto°_2011, abbiamo chiesto al suo direttore artistico Giorgio Azzoni di raccontarci la sua visione dell’intero progetto.

Professor Azzoni, aperto_20–– è arrivato al suo secondo anno. Quali passi sono stati fatti dallo scorso anno?

Questa seconda edizione del progetto aperto_20––, che ho iniziato a progettare all’inizio del mio incarico per il Distretto Culturale alla fine del 2009, entra nel vivo della sua consistenza.
La prima edizione, quella dello scorso anno, è stata importante per la messa a punto del progetto: Franca Ghitti infatti, artista di grande livello che conosco da molto tempo, è in un certo senso site specific in modo naturale poiché nata e legata alla Valle Camonica. Essa ha saputo interpretare in modo preciso, attraverso il suo linguaggio artistico, le radici sociali e produttive del territorio ed ha rappresentato il modo migliore per iniziare l’avventura di ricerca del progetto aperto_.
Ora siamo in una nuova situazione, perché la Valle Camonica non ha avuto sinora interpreti esterni di arte contemporanea: con aperto_2011 il territorio viene letto da artisti che provengono da diverse realtà, sia cittadine che periferiche, con esperienze e sensibilità diverse. Molto interessante è vedere come essi sanno avvicinarsi al territorio, come sanno leggerlo e interpretarlo nella linea di ricerca impostata, quella di un’arte pubblica di spessore culturale e sociale.


Come stanno reagendo i sette artisti agli stimoli dei primi sopralluoghi nel nostro territorio?

Le idee e le opere crescono di giorno in giorno: entusiasmante vedere come questi giovani, animati da grande entusiasmo e grande coraggio, hanno avviato la loro ricerca. Essi sono stati catapultati in una realtà nuova e stanno reagendo con le idee che crescono: è molto bello, per me che abito in Valle, seguirli e veder evolvere i loro progetti, fornire indicazioni e informazioni e vedere come loro le acquisiscono e trasformano in attività.
E’ ancora presto per poter descrivere i loro lavori; in queste settimane di prima residenza stanno maturando le ipotesi e le linee di ricerca si fanno sempre più definite, ma non si tratta ancora di progetti compiuti. Questa settimana sarà decisiva per loro; sono tutti ritornati per una seconda residenza di studio e molti saranno al lavoro in Valle prima della data prevista del 15 luglio. Il processo di produzione delle loro opere, che saranno anche molto diverse per tipologia e modalità, è avviato e crescerà durante tutto il mese fino alla presentazione del 30 luglio.


Cosa rappresenta il progetto aperto°_20–– per un territorio come quello della Valle Camonica?

aperto_ vuole avviare un processo di relazione con le comunità locali mediante la produzione di eventi espositivi in spazi non convenzionali e con modalità che potranno in parte disorientare chi non è abituato ai linguaggi dell’arte contemporanea.
Se l’operazione artistica avrà successo, oltre alle opere realizzate che resteranno in loco, dipenderà anche dai processi che sapremo avviare, dalla possibilità che nei mesi successivi proseguano le attività, che le comunità sentano il valore e l’importanza di una presenza in grado di riattivare energie e volontà, come l’entusiasmo dei giovani è in grado di fare. Nel segno dell’arte pubblica e della responsabilità.


Alla fine della residenza le opere dei giovani artisti rimarranno esposte in Valle. A cosa porterà l’interazione tra l’arte contemporanea e il paesaggio della Valle Camonica?

Per il visitatore si tratterà di seguire il filo di una narrazione: un percorso pedonale, quello dell’antica via Valeriana, potrà condurlo alla visita di luoghi e contesti nei sette paesi dell’Alta Valle Camonica. Potrà essere l’occasione per conoscere sotto una luce inedita il territorio, per affinare lo sguardo e la percezione nei confronti delle situazioni, delle relazioni e delle trasformazioni in cui siamo coinvolti. Se l’arte aiuta ad essere attenti, a riflettere e immaginare, avrà realizzato un obiettivo, se aiuterà ad innescare processi virtuosi saprà essere anche segno di valore civile.

_____news
Si sono preparati con due primi sopralluoghi conoscitivi e ora sono pronti per iniziare il loro lavoro in Valle Camonica.

Venerdì 15 i sette giovani artisti inizieranno le due settimane di residenza, durante la quale, con la guida dei tutor Andrea Caretto e Raffaella Spagna, daranno vita alle loro opere.

La redazione del Laboratorio permanente di comunicazione del Distretto Culturale seguirà da vicino ogni loro passo, documentando le fasi di avanzamento delle creazioni.

_____agenda eventi

14–17/07 _ XXIII Valcamonica Symposium presso la CittàDella Cultura, Capo di Ponte, Bs

14/07 _21:00 Archeoweek. I suoni della preistoria, di Walter Maioli presso il Parco di Luine, Darfo Boario Terme, Bs

15–16/07 _ Su la festa! Festa delle associazioni della Valla Camonica, Esine, Bs

15/07 _21:00 Archeoweek. Asso di Monnezza, di Ulderico Pesce Edolo, Bs

16/07 _19:00 Medioevo con gusto, Cividate Camuno, Bs

16/07 _20:30 Presentazione della guida Valcamonica Rock Art Park, Capo di Ponte, Bs

17/07 _17:30 Presentazione del libro L’albero sulla spiaggia, di Teodolinda Truglio, presso l’auditorium di Villa Milesi, Lovere, Bg

17/07 _18:00 Inaugurazione del Castello di Breno dopo il restauro delle torri medievali, Breno, Bs


Cordiali Saluti
Segreteria Organizzativa aperto°_2011
Contatti Tel. 0364/324011 – 338/3853762 Mail: aperto_20@cmvallecamonica.bs.it

Ultimo aggiornamento 29.07.2011
top