Torna agli artisti selezionati

Franco Ariaudo 


►VISUALIZZA IL PORTFOLIO di Franco Ariaudo 
Sito web: Non indicato
CURRICULUM:
MOSTRE COLLETTIVE SELEZIONATE 2011 –“Italia Giovane Stato”, Fondazione Peano, Cuneo, a cura di Enrico Perotto 2010 –“C’è Ancora La Nebbia?”, ALT arte, lavoro, territorio, Alzano Lombardo BG, a cura di Sara Fontana –“Premio Città di Treviglio”, Museo Civico, Treviglio BG, a cura di Sara Fontana –ZooInCittà, installazione urbana, CN, a cura dell’associazioneArt.Ur 2008 –“Orange Calls Italy”, Polarexpo, BG, acura dell’associazione Orange 2007 “Protocollo Lovelock– equilibri molesti”, Palazzo della Provincia, CN, a cura di Claudio Cravero 2006 –“Kentu Concas, Kentu Berrittas– cronache d’arte contemporanea” Casa Chironi, NU, a cura di Madriche –“Diario/8”, Maison des Artist, Cagnes Sur Mer, a cura di Ornella Calvetti –”Zooart”, Giardini Fresia, CN, acura dell’associazione Thees –“Ispirina C– idee a lento rilascio” Spazio LS, CN, a cura di Ornella Calvetti WORKSHOP 2011 “Effetto Venturi–Stefano Arienti”, Spazio Oberdan, Milano (con Stefano Arienti) 2010 Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Poirino, TO (visiting professor Liliana Moro) 2009 “laboratorio sull’abolizione dell’autocensura nella pratiche artistiche”, Galleria franco Soffiantino, TO (con Cesare Pietroiusti)

GALLERY


LA MIA RICERCA ARTISTICA:
Il mio lavoro si incentra sullo studio della partizione di strutture. Affascinato dal dettaglio procedo alla scomposizione per ricostruire, rielaborando il processo creativo e percettivo degli oggetti, naturali o tecnologici. La scelta d’ approccio a temi come le questioni ambientali, si fonda sul tentativo di sollecitare, con la rappresentazione di dati fattuali, la sensibilità del fruitore. Cerco d’offrire con l’opera la possibilità di un’esperienza con nuovi tipi di fruizione, nel tentativo di abbattere le barriere disciplinari, ad esempio fra scienza ed arte, e la concezione preistorica dell’uomo contro la natura per promuovere l’integrazione con essa. Lo scopo è di sensibilizzare, attraverso la conoscenza e la riflessione che le opere smuovono, sintetizzando una visione del mondo scientifica, morale e estetica, forse anche metafisica. Ecco quindi il senso dell’opera che può manifestarsi in ultimo attraverso la sua faticosa fruibilità, con elementi che disturbano a livello fisico (abbagliamento, flash intermittenti) a simboleggiare la difficoltà della presa di coscienza, il dolore che se ne prova.

Torna agli artisti selezionati