ERBANNO Antico cimitero di San Martino Ghitti_Installazione permanente - Laboratori


26 giugno_30 agosto

opening 26 giugno
ORARI DI VISITA ALLA MOSTRA E ALLE INSTALLAZIONI: Sabato e domenica dalle 17 alle 19 con partenza dall'Antico Cimitero di S. Martino alle ore 17 e alle 18. INGRESSO LIBERO.
Eventuali visite per gruppi possono essere effettuate anche nei giorni feriali previa prenotazione. Per info: Ufficio Turismo 0364541106 Ufficio Cultura 0364527049

ErbannoFranca Ghitti colloca in permanenza nell'antico Cimitero di San Martino, un trittico di sculture come testimonianza di personale affezione a Erbanno di Darfo dove è nata, e come omaggio alla memoria di tutti i semplici cittadini della comunità che ne hanno fatto la storia ma hanno avuto anonima sepoltura. Il Campo di San Martino ha origini romaniche e l'artista ha sempre parlato di "un mio romanico minore" per la propria ricerca, alludendo al suo farsi partecipe di un'arte corale e popolare, nella reinvenzione di materiali vissuti, lavorati. Nelle sue sculture, strette ai segni, gesti e ritmi più prossimi alle radici essenziali dell'esistenza, della fatica, del lavoro e dei rituali che fanno una comunità, è come se dissodasse e seminasse un campo e vi scandisse lo scorrere delle vite e delle stagioni, infondendo un respiro mitico, corale che costringe - affondando nella terra come nel corpo dell'esistenza di tutti - a ripensare verità pubbliche e valori comunitari. Già nel 1992 l'artista promosse nell'ex cimitero di San Martino un Campo della scultura, chiamando alcuni artisti italiani e stranieri a creare installazioni in dialogo con il contesto, per restituire l'antico luogo di affetti e memorie alla vita quotidiana della popolazione, che fu coinvolta nella ricerca dei materiali e nella partecipazione all'elaborazione e allestimento delle opere.

Ghitti-permanent sculptures. Antico Cimitero di San Martino, Erbanno

opening 26 giugno
Three sculptures by Franca Ghitti will be permanently placed in the Antico Cimitero di San Martino, Erbanno, Darfo, where she was born, in honour of its citizens buried there. The "Campo di San Martino" has Romanesque origins and the sculptress has always referred to "un mio romanico minore" in her works. Her sculptures evoke the life, times, fatigue and laborious work of rural communities.

» Erbanno [programma]
» come raggiungere Erbanno

Leggi gli articoli per ulteriori approfondimenti:

»  aperto2010: Ghitti_installazioni permanenti
»  Erbanno: l'installazione permanente di Franca Ghitti al cimitero di San Martino
»  aperto2010 Franca Ghitti: Erbanno 26 giugno_30agosto
»  aperto2010: una serata con l'architetto Maria Antonietta Crippa
»  aperto2010: è così che la forma si racconta

top

Con il contributo di